< Torna alle lezioni

03. Gestire le notifiche dell'agenzia delle entrate

Una volta che abbiamo inviato una fattura elettronica, lo SDI ci segnala l’esito di quella fattura, ovvero se è riuscito a recapitare correttamente la fattura elettronica. Gli esiti possibili sono tre: ricevuta consegna, notifica di scarto, mancata consegna.

Una volta che abbiamo inviato una fattura elettronica, lo SDI ci segnala l’esito di quella fattura, ovvero se è riuscito a recapitare correttamente la fattura elettronica. Gli esiti possibili sono tre:

  • Ricevuta consegna
  • Notifica di scarto
  • Mancata consegna

Ricevuta consegna

in questo caso tutto è andato bene, la fattura è stata correttamente recapitata allo SDI che ha validato le informazioni all’interno del documento e a sua volta ha recapitato la fattura al cliente. Se infatti andiamo all’interno della fattura vediamo l’informazione dell'esito RC (ricevuta consegna) con le informazioni fornite dall’agenzia delle entrate e i campi relativi alle date di esito e di invio.

Mancata consegna

Lo SDI è riuscito a ricevere la fattura e a validarla, ma non è riuscito a recapitarla al nostro cliente finale. Questo può succedere per svariate ragioni: se ad esempio il cliente è un privato, tutte le fatture saranno notificate con mancata consegna. La fattura è comunque correttamente inviata e registrata, ma l’Agenzia delle Entrate ci notifica che il cliente finale non potrà visualizzarla. Entrando nella fattura vedremo l’esito con le informazioni ricevute dal Agenzia delle Entrate e le informazioni sulla data dell’esito e dell’invio.

Notifica di scarto

In questo caso lo SDI ha bocciato la nostra fattura perché presenta degli errori al suo interno, di conseguenza quella fattura non è valida e va corretta e inviata nuovamente. Entrando nella fattura, vediamo che compare di nuovo il pulsante Invia come fattura elettronica, che nei due casi precedenti non compariva più dopo l’invio. Cliccando sul pulsante che indica l’esito, vediamo che in questo caso l'Agenzia delle Entrate ci indica perché questa fattura è stata bocciata. Il sistema ci mostrerà qual’è l’errore restituito dall’Agenzia delle Entrate che dovremo correggere per inviare nuovamente la fattura: ad esempio l’errore potrebbe risiedere in un campo “Partita IVA” sbagliato. Dopo aver corretto e inviato nuovamente la fattura saremo di nuovo in attesa di esito e quando l’Agenzia delle Entrate ci manderà nuovamente la notifica, potremo verificare se l’invio è andato a buon fine.